Post

Visualizzazione dei post da Marzo, 2018

Tutti i nostri Dracula

Immagine
Quante cose riveliamo di noi mentre pensiamo di raccontare solo la nostra esperienza di lettura? Siamo lì, seduti in circolo (e già dovremmo avere il sospetto che non è un gruppo di lettura, ma una terapia di gruppo) ed esponiamo l’opinione sul libro appena letto senza badare ai tasselli della nostra personalità, agli sprazzi di vita che, incontro dopo incontro, libro dopo libro, possono essere assemblati come un puzzle, facendo emergere i tanti volti della lettura. Nella bella prefazione di Luigi Lunari, traduttore di Dracula per l’edizione Feltrinelli, leggo: “Un fatto indiscutibile è il suo successo [di Dracula, ndr], la sua diffusione in innumeri lingue, il fascino che ha esercitato ed esercita […] l’enorme massa di studi che lo hanno preso in esame sotto il profilo dei suoi rapporti con la scienza, con la magia, l’arte gotica, con il romanticismo, con la forma del romanzo epistolare, con la condizione femminile, e perfino - ma con una prudenza che si fa quasi sospetta - con la let…